mercoledì 23 marzo 2016

Al Mao il film su Palmira “Un omaggio ad Al Asaad”

Gli autori Fazzuoli e Greco ricordano l’archeologo siriano vittima dell’Isis

È UN OMAGGIO a Khaled Al Asaad, l’archeologo di Palmira vittima dell’Isis, l’evento di oggi al Museo d’Arte Orientale, dove alle 18 viene presentato il documentario “Palmira, la meraviglia del deserto” di Federico Fazzuoli e Elisa Greco. Il film, una coproduzione Rai Cultura-Vercom, racconta la storia dell’antica città siriana ora occupata dal califfato, un tempo punto di ristoro delle carovane in viaggio sulla via della seta. «Quando gli ho proposto di salire sul cammello per entrare a Palmira come si faceva all’epoca romana — racconta Fazzuoli — ha accettato subito. Si vedeva che era contento di poter raccontare la sua Palmira. Guardava le colonne, il teatro romano con calma, con attenzione, toccava i fregi del tempio di Baal, con delicatezza, proprio come fa un padre con la propria figlia. Si capiva che a Palmira aveva dedicato tutta la sua vita ed oggi capiamo quanto l’abbia amata». All’incontro, in via San Domenico 11, intervengono gli autori del documentario, il sindaco Piero Fassino, il presidente del Cnr Massimo Inguscio; introducono il breve dibattito sull’emergenza cultura in Medio Oriente i “padroni di casa” Patrizia Asproni e Marco Biscione.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

articolo da La Repubblica di Torino 23 marzo 2016